I MURALES TRA ARTE E TRADIZIONE

Ciao Marti!

Mi fa piacere leggere che anche a te le cose vadano bene. Qui non ci sono grosse novità, ormai il mio viaggio è quasi finito ma non mi lamento dai!

Il tempo è ancora bello nonostante la fine della stagione, giusto ieri è stato un po’ nuvolo, allora ne ho approfittato per fare un giretto in alcuni paesini della Sardegna rinomati per i loro murales.. ovviamente non ho saputo resistere!

Indagando sull’origine di quest’arte, alcune persone del posto mi confermano che è attribuita ai movimenti di protesta contro il potere, per questo, spesso i significati dei dipinti sono a sfondo politico. Si tratta, insomma, di una manifestazione di libertà dell’ espressione creativa.. affascinante direi!!

La perfezione di alcuni dipinti non lascia emergere differenze tra ciò che è vero e ciò che è disegnato. Questo è strabiliante e secondo me varrebbe la pena ispirarsi a questa creatività per ricreare lo stesso stupore tra le mura domestiche!

D’altronde tutto questo mi ricorda un po’ gli antichi affreschi che arricchivano le nobili dimore. Oggi gli affreschi sono rimasti simbolo di ricchezza, ma ci limitiamo a restaurarli.. sarebbe così strano se degli affreschi prestigiosi nascessero dai pennelli dei nostri artisti contemporanei? Allora è deciso, tu trova i pittori che io preparo il trabattello! 😀

Ecco un’ispirazione contemporanea, perfettamente incarnata in Emanuele Sferruzza Moszkovic. Ti riporto un link dove parla del suo ultimo progetto Scriblitti:

http://www.ilpost.it/emanuelesferruzzamoszkowicz/2016/05/10/scribblitti-for-dummies/

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *